sabato 10 ottobre 2015

GP2 Russia Gara 1 : Bandiera rossa su Sochi


Sarà che ci troviamo in Russia e che le bandiere rosse non sono ancora passate di moda da queste parti, ma fatto sta che se ne sono viste veramente tante in giro oggi sul circuito di Sochi. Le prime stamattina quando Sainz Jr. ha sperimentato l'ebbrezza di un frontale con le barriere protettive uscendone tutto sommato incolume, mentre le ultime questo pomeriggio all'inizio della Gara 1 del GP2.

Dopo appena poche curve dallo start infatti, vari piloti tra cui il russo Markelov tagliano il tracciato e quest'ultimo, nella troppa foga, urta le barriere protettive danneggiando la sua monoposto e concludendo la corsa sulle protezioni dall'altro lato della carreggiata dopo averla attraversata ed essersi portato dietro anche Canamassas e Stockinger. Poco più avanti il britannico King perde il controllo della propria auto e la pianta dritta nelle barriere protettive. In meno di un giro ben quattro vetture sono state costrette ad un rocambolesco ritiro

Quando i rottami hanno finito di muoversi, la direzione gara, sulla soglia del terzo giro percorso dietro la vettura di sicurezza, ha rispedito le vetture superstiti ai box per attendere il ripristino delle protezioni esterne e la rimozione delle auto incidentate. Tale operazione ha preso più tempo del previsto e, dato che il sole era ormai sulla via del tramonto, si è deciso di far correre solo 13 giri alla ripartenza.

Quest'ultima ha visto una lotta serrata al vertici tra il britannico Lynn e lo statunitense Rossi, mentre poco distante il nostro Marciello le provava veramente tutte per sopravanzare il russo Sirotkin della Campos Racing. Le soste ai box sono state sul filo del rasoio ma hanno lasciato bene o male le posizioni invariate, ma queste ultime sono state stravolte alla fine da un errore di Lynn che ha eseguito un dritto di troppo ed ha distrutto la sua ruota anteriore sinistra sulle protezioni esterne regalando la vittoria a Rossi. Dietro il pilota statunitense sono infine giunti il francese Gasly della DAMS e Vandoorne della ART Grand Prix. Un buon sesto posto per Marciello che mantiene così l'ottavo posto in classifica generale, mentre Vandoorne mette tra se e Rossi ben 100 punti di distacco.

Immagini tratte da Autosport.com

Nessun commento :

Posta un commento