martedì 5 aprile 2016

McDonnell Douglas F-4E Phantom II : Longevità e potenza alate


Dopo la sua messa in linea e il duro impiego sui campi di battaglia, il poderoso McDonnell Douglas F-4 Phantom II mise in luce uno dei suoi più grandi difetti.
Mancava infatti un cannone che adempiesse alla difesa ravvicinata, compito che non era per nulla esplicabile dai missili montati sotto le ali del velivolo.

Per correre ai ripari l'azienda statunitense approntò inizialmente il montaggio sotto le ali dell'aereo di un paio di gondole contenenti un cannone a canne rotanti Vulcan M61. Le prestazioni in combattimento migliorarono però solo lievemente, ma tutto cambiò quando si penso di montare internamente l'arma contraerea.

La variante che ne risultò, denominata F-4E,  si rivelò estremamente efficace nel combattimento aereo e venne realizzata in migliaia di esemplari che rimasero in servizio per diversi decenni, tanto da divenire uno dei velivoli a prestare il periodo di servizio più longevo nelle forze armate. Venne anche impiegato dalla squadriglia acrobatica Thunderbirds per un certo periodo.

Il cannone a canne rotanti Vulcan M61 che equipaggia la variante E

Immagine tratta da Wikimedia.org
Immagine tratta da islandgirlwalkabout.com



Nessun commento :

Posta un commento