giovedì 26 maggio 2016

Aero Minor 750 : Una cecoslovacca sorprendente


Nel 1949 si tenne la prima edizione della 24 Ore di Le Mans dopo la fine della 2° guerra mondiale.
Ai nastri di partenza, oltre ai tanti marchi blasonati dell'epoca, si presentò anche una vettura di origine cecoslovacca realizzata dalla fabbrica Aero, la Minor 750.

Progettata da Ladislav Jenik, la vettura si basava sull'originale utilitaria Minor, al quale era stata aggiunta una carrozzeria di tipo barchetta con telaio in alluminio che garantiva un peso di appena 440 kg.

Questa libellula veniva spinta da un bicilindrico raffreddato ad acqua che erogava la potenza di 30 cv, spingendola fino ad una velocità massima di 130 km/h. Sembrerà poco, ma permisero alle due vetture schierate con i piloti František Sutnar / Otto Krattner e  Ivan Hodac / Jacques Poch di ottenere la vittoria di classe e di giungere 15° e 19° assolute su 49 partecipanti.

Da notare la grande affidabilità visto che il traguardo lo videro solo 19 vetture.

Nessun commento :

Posta un commento