martedì 14 giugno 2016

Mazzanti Evantra Millecavalli : L'insospettabile


Se vai in giro a cercare appassionati d'auto chiedendogli quale sia l'auto stradale più potente costruita nel Bel Paese sicuramente la stragrande maggioranza risponderà "sicuramente un auto a caso della Ferrari, della Lamborghini o della Pagani". Risposte lodevoli che però verrebbero smentite da un insospettabile.
Quest'anno infatti la Mazzanti, non contenta dell'eccellente risultato ottenuto con la costruzione della Evantra, ha deciso di puntare molto in alto realizzandone una variante a prestazioni non aumentate, ma addirittura divinizzate.

Denominata Millecavalli, deve il suo nome proprio alla potenza immaginifica sprigionata dal colossale propulsore V8 Biturbo 7.2 gestito da un cambio sequenziale a sette rapporti capace di spingere l'auto a due chilometri al di sopra della barriera dei 402 km/h.

Non è solo il motore la chiave per questa velocità estrema, in quanto un ruolo importante è giocato dalla realizzazione della struttura della vettura che comprende numerosi elementi aerodinamici supplementari in carbonio che consentono una migliore penetrazione dell'aria.

Per bloccare questo mostro che preannuncia il suo arrivo tramite un nuovo impianto di scarico sportivo è stato montato un nuovo impianto frenante ad alto rendimento costituito da quattro freni a disco Brembo.

Calcolare l'accelerazione da 0 a 100 km/h della Millecavalli è troppo semplicistico secondo la casa, per cui hanno conteggiato direttamente da 0 a 300 km/h, stoppando il cronometro a 7 secondi. Con l'accelerazione tremenda che si prova nell'abitacolo, mi domando quando si renderà obbligatorio fare lo stesso allenamento di rinforzo dei piloti da caccia per sopportarla al meglio.

La sezione laterale della Millecavalli

La sezione anteriore della Millecavalli

La sezione anteriore della Millecavalli

Immagini tratte da SupercarTeam.it

1 commento :

  1. Caspita.... vogliono superare il record della Bugatti qui!!!

    RispondiElimina