mercoledì 20 luglio 2016

Nissan Skyline Sport Coupè : Una leggenda che viene da lontano


Al mondo la vettura nipponica più conosciuta in assoluto è sicuramente la Nissan Skyline.
Con le sue molte versioni tiene ormai compagnia ai fan dei motori sin dagli inizi degli anni '50. Ma come è nata questa sportiva rivoluzionaria che ha proiettato la Nissan al tavolo dei grandi produttori di vetture sportive?

Tutto cominciò nel lontano 1960, quando la Price Automotive decise di rivolgersi a designer italiano Giovanni Michelotti per la realizzazione di una nuova vettura sportiva da integrare nella propria serie Skyline. Basandosi su di un telaio nudo inviato dalla Prince a Torino, Michelotti realizzò una vettura sportiva con una linea molto allungata e con un gruppo ottico rialzato composto da quattro fari.

Il prototipo , una volta ultimato, venne spedito in terra nipponica con alcuni carrozzieri italiani che spiegarono ai loro colleghi nipponici come realizzare la complessa carrozzeria di quella vettura che venne in seguito denominata Skyline Sport Coupè.

La base meccanica venne presa dalla Nissan Gloria ed il propulsore Nissan 1.9, unito all'aerodinamica estremamente curata, permetteva alla vettura di arrivare alla velocità massima di 150 km/h, che non erano esattamente nell'ordinario per una vettura dell'epoca.

Costruita in 60 esemplari, era estremamente costosa rispetto alle auto della concorrenza, ma permise comunque alla Nissan di cominciare a farsi strada tra le grandi case dell'automotive.


Nessun commento :

Posta un commento