martedì 20 settembre 2016

VanderHeide Gentleman's Racer : Il demone d'Olanda


I Paesi Bassi non saranno di certo sulle prime pagine dei giornali specializzati in motori, ma solitamente gli ingenieri nederlandesi sono maestri nello stupire gli appassionati con soluzioni molto esotiche per i loro mezzi.


E questa VanderHeide Gentleman's Racer non è da meno. Stiamo parlando di una moto sportiva sotto il quale batte il cuore indemoniato da 201 cv della nostra Aprilia RSV4.

Equipaggiata con cerchi in carbonio BST, freni Brembo, strumentazione Motec e scarichi HPCorse, la due ruote ha la sua particolarità negli ammortizzatori Öhlins TTX3 disposti uno sopra l'altro. Il più basso si occupa del forcellone, il più alto - attraverso un'automobilistica sospensione con schema a doppio triangolo - gestisce i movimenti della forcella e, quindi, della ruota anteriore.

Un modo, dice il preparatore olandese, per stressare il meno possibile il telaio in fibra di carbonio. Telaio che porta la moto a pesare appena 175 kg, garantendo prestazioni di degna nota vista l'ampia potenza fornita dal propulsore italiano.

L'oscurità fuori...

.....la creatività dentro

Sinuosa come la notte

Dettaglio della particolare soluzione adottata per gli ammortizzatori

Immagini tratte da Motorbox.com

Nessun commento :

Posta un commento