venerdì 4 novembre 2016

Brabus 190E : The Autobahn Stormer


Nel 1985 la Mercedes-Benz inscenò una guerra con la BMW dopo il lancio da parte di quest'ultima della nuova 323i.
Ciò portò alla realizzazione della nuova 190E AMG equipaggiata con un propulsore 3.4, ma per qualcuno i risultati non furono ancora soddisfacenti. Questo qualcuno era Uli Gauffers della Brabus, il quale progetto una propria variante della 190E dotata di un più prestazionale propulsore 3.6 dalla potenza di 272 cv con 269 Nm di coppia gestito da un cambio manuale a cinque rapporti.

Si trattava di quasi 25 cv in più rispetto al modello 3.4 e garantirono alla vettura una nuova velocità di punta di 255 km/h con accelerazione da 0 a 100 km/h in 6.3 secondi.

Altre aggiunte a livello meccanico prevedevano nuove sospensioni sportive irrigidite e nuovi freni a disco, mentre negli interni era stata introdotto un nuovo quadro comandi, due nuovi sedili sportivi Recaro e, al posto dei sedili posteriori, un nuovo roll-bar di sicurezza che aveva il compito di aumentare la rigidità della vettura.

Esteticamente, la vettura era riconoscibile per la nuova griglia del radiatore, per i nuovi cerchi in lega sportivi, per il nuovo terminale di scarico in acciaio inox e per il nuovo spoiler posteriore. Ovviamente non poteva mancare il badge 3.6 posto sul portabagagli della 190E per far capire che non era una berlina come tutte le altre.

Il nuovo propulsore 3.6 della Brabus 190E

Sezione posteriore della Brabus 190E

Gli interni della Brabus 190E





Nessun commento :

Posta un commento