venerdì 25 novembre 2016

Saab 9-3 I Viggen Pikes Peak : Furia vichinga


All'inizio del terzo millennio tra i più rinomati piloti di rallycross svettava il nome dello svedese Per Eklund detto Pekka. Campione nel 1999 del campionato europeo di categoria, nel 2000 decise di tentare la grande impresa di conquistare la vittoria nel Pikes Peak Intrnational Hill Climb.
Per farlo si affidò ad una Saab 9-3 di prima serie. Ma vanno fatte delle dovute precisazioni. Innanzitutto la 9-3 scelta non era una versione base, ma la Viggen, la più performante delle 9-3 che portava con orgoglio il nome del Saab 37 Viggen, caccia a reazione vanto dell'aeronautica svedese.

Come se non bastasse l'auto era stata profondamente rivista nella meccanica per affrontare con il coltello tra i denti l'impervia salita del Colorado. La modifica principale riguardava il propulsore 4 cilindri in linea 2.0 che venne elaborato dalla Trollspeed per erogare la bestiale potenza di 750 cv con 700 Nm di coppia facendo gestire il tutto ad un cambio Prodrive a sei rapporti.

Per sopperire alla nuova potenza vennero installate nuove sospensioni per adattarsi alla natura mista del tracciato , nuovi freni a disco maggiorati e, dopo aver cannibalizzato gli interni, venne installato anche un roll-bar di sicurezza per irrigidire il telaio.

Per risparmiare peso ulteriore i sedili di serie vennero sostituiti con dei modelli sportivi Recaro, l'intera plancia venne smontata e furono equipaggiati nuovi cerchi in lega.

Capace di una velocità massima di 250 km/h, l'auto venne lasciata immutata nell'estetica per permetterle l'iscrizione alla categoria Open riservata a mezzi con carrozzeria di serie.

La Viggen si dimostrò all'altezza della capacità di guida di Eklund facendolo trionfare nella categoria Open con il tempo di 11.21,58, stabilendo un record di classe rimasto imbattuto fino al 2012.

                                                       Immagine tratte da Supercars.net

Nessun commento :

Posta un commento