sabato 5 novembre 2016

Swift Formula Thunder 5000 : L'alternativa alla Formula 1?


Negli ultimi tempi la Federazione Internazionale dell'Automobilismo sta decisamente tediando gli appassionati del motorsport con la sua burocrazia assurda e per il suo fin troppo palese favoreggiamento di alcune case costruttrici rispetto ad altre.
In virtù di ciò in molti stanno guardando sempre con maggior' favore dei campionati che sono liberi da tutto ciò, concentrandosi su quello che dovrebbe essere il vero fulcro delle gare, e cioè la competizione sportiva.

E proprio per questo motivo il neozelandese Chris Lambden ha proposto la nascita di una nuova tipologia di gare ispirate alla vecchia Formula 5000, un campionato che tra il 1968 e il 1982 fece da culla per numerosi piloti approdati poi alle formule maggiori.

Certo, le auto erano meno potenti delle altre categorie, ma essendo che costavano poco ed erano tutte più o meno alla pari, il tasso di spettacolarità delle gare era assai elevato anche in virtù del fatto che i regolamenti erano molto poco restrittivi per quello che si poteva fare in gara.

Questo nuovo campionato che ne dovrà raccogliere il testimone è stato chiamato Formula Thunder 5000 e sarà articolato in sette gare divise tra la Nuova Zelanda e l'Australia.

Come auto per le gare è stata scelta una Swift 017.n derivata dal modello impiegato per la Formula Nippon e modificata secondo le esigenze della nuova formula. La modifica più evidente apportata alla monoposto svizzera dal progettista Lee Cason (ex McLaren) è il nuovo airscope posteriore progettato appositamente per permettere un migliore raffreddamento del nuovo propulsore  Ford Coyote V8 5.0 dalla potenza di 570 cv gestito da un cambio sequenziale Holinger a sei rapporti.

L'intero campionato sarà volto ai giovani piloti che vogliono approdare al mondo delle corse e verrà gestito in maniera simile alla V8 Supercar, in modo tale da assicurare uno spettacolo garantito per i tifosi.

La sezione posteriore della nuova FT5000

La sezione laterale della FT5000

La sezione anteriore della FT5000

Immagini tratte da giornalemotori.com

Nessun commento :

Posta un commento