venerdì 17 marzo 2017

Adler Rennlimousine : De Ubermachine


Allora, io voglio capire che negli anni '30, quando era al comando quel dittatorello di Hitler, i tedeschi tentavano in ogni modo di imporsi negli sport anche in maniera estremamente creativa a volte, ma qui siamo veramente oltre (anzi, uber).


L'Adler Rennlimousine venne costruita dalla ormai estinta casa tedesca nel 1936 per competere nelle gare riservate a vetture sport e colpisce per l'estrema lunghezza della carrozzeria.

Equipaggiata con un propulsore 2.0 da 56 cv gestito da un cambio manuale a 4 rapporti, aveva un design molto curato per l'epoca tanto da garantire un coefficiente aerodinamico estremamente basso equivalente a 0,32 CX. Era inoltre fornita di sospensioni indipendenti e freni a tamburo.

Quattro di queste vetture vennero iscritte nell'edizione 1936 della 24 Ore di le Mans, ma i successivi scioperi operai comportarono l'annullamento della corsa.

La prima competizione effettiva avvenne quindi sul circuito di Villa Real, dove venne conquistato il terzo posto assoluto e il secondo della classe 2.0, mentre alla successiva 24 Ore di Spa-Francorchamps vennero ottenute la vittoria di classe e  il 7°, 8° e 9° posto assoluti.

L'ultimo evento cui parteciparono le Rennlimousine fu la 24 Ore di Le Mans del 1937, dove giunsero 6° e 9° assolute. Nonostante i promettenti risultati, lo sviluppo delle vetture venne interrotto per concentrarsi sulla produzione di vetture stradali.

Nessun commento :

Posta un commento