giovedì 9 marzo 2017

Dome / Tom's Celica Turbo : La caduta della Celica


Nel 1978 la squadra tedesca Schnitzer Motorsport decise di realizzare una Toyota Celica Turbo adatta a partecipare al campionato Deutsche Rennsport Meisterschaft.
La vettura si rivelò tutt'altro che competitiva però, tanto che alla fine del 1979 la vettura venne ceduta alla nipponica Dome che provvide, con la collaborazione della Tom's di riprogettarla completamente.

La Celica venne dotata di una carrozzeria silhouette in fibra di vetro sostenuta da un telaio tubolare e come propulsore venne equipaggiato un Toyota L4 Biturbo 2.0 16 valvole 4 cilindri in linea dalla potenza di 560 cv gestito da un cambio manuale Gatering a cinque rapporti.

Schierata inizialmente per competere nel Fuji Super Silhouette Series con Nobuhide Tachi (fondatore della Tom's), si dimostrò competitiva ma non riuscì mai a vincere una corsa.

Nel 1980 crebbe l'ambizione, tanto che la vettura venne schierata alla 12 ore di Sebring, alla 5 ore di Riverside e alla 24 Ore di Le Mans, ma non fu mai in grado di terminare la corsa per guasti di varia entità.

Venne fatta correre nuovamente nella Fuji Super Silhouette Series fino alla stagione 1984, anno di cessazione di attività del campionato. Nonostante i continuo sviluppi, si riuscirono a conseguire solo modesti risultati in gara. Un'occasione amaramente sprecata.

Nessun commento :

Posta un commento