giovedì 16 marzo 2017

Fittipaldi EF7 : Un sogno che non finisce mai


Nel 1975 Wilson Fittipaldi, fratello del due volte campione del mondo di Formula 1 Emerson Fittipaldi, decise di fondare una propria scuderia con l'ambizione di portare nella massima categoria del motorsport a quattro ruote la prima vettura interamente realizzata in Brasile.



Rimasta in gara tra la stagione 1975 e 1982, la squadra ebbe dei buoni acuti ma non riuscì mai ad imporsi contro i mostri sacri del mondiale, venendo presto ricordata come una delle tante meteore della Formula 1.

Oggi, ad oltre un trentennio di distanza, Emerson Fitipaldi ancora non si è però ancora rassegnato e in collaborazione con la nostra Pininfarina, con la ormai onnipresente Polipony Digital (si, sono sempre quelli dietro la serie di Gran Turismo a metterci lo zampino) e con l'azienda HWA ha realizzato la sua prima vettura sportiva a ruote coperte pensata per le competizioni Endurance.

Denominata EF7, è equipaggiata con un propulsore V8 che eroga 600 cv con 510 Nm gestito da un cambio sequenziale a sei rapporti. La potenza del motore è più che sufficiente a far scattare la vettura da 0 a 100 km/h in 3 secondi, grazie anche al peso contenuto a 1000 kg tramite l'impiego di un telaio monoscocca costruito sfruttando una miscela di materiale composito e fibra di carbonio. In materiale carboceramico sono invece i quattro freni a disco che hanno il compito di tenere buona l'esuberanza dell'auto.

Riuscirà la EF7 ad avere una storia migliore rispetto alle precedenti Formula 1 della casa Brasiliana? Ai facoltosi acquirenti della vettura l'ardua sentenza


Nessun commento :

Posta un commento