lunedì 27 marzo 2017

Lotus Exige Sport 380 : Traslochi da ricordare


Nel 1966 Colin Chapman decise di traferire il suo quartier generale dalla storica sede di Cheshunt alla più moderna fabbrica situata nella cittadina di Hethel in un vecchio sito della Royal Air Force. Da allora la Lotus non ha più cambiato domicilio e per celebrare i 50 anni di permanenza nella zona di Norfolk la casa britannica ha deciso di realizzare una vettura speciale per commemorare la ricorrenza.

Si tratta della Exige Sport 380, modello derivato dalla precedente Sport 350 a cui sono stati eseguiti numerosi lavori di potenziamento,

In primis è stato equipaggiato un nuovo propulsore Toyota V6 3.5 che riesce a far scattare la vettura da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi grazie alla sua potenza di 380 cv con coppia di 410 Nm. Anche grazie al peso complessivo ridotto a 1066 kg ottenuto mediante il montaggio di numerose componenti in fibra di carbonio la Sport 380 riesce a raggiungere la velocità massima di 286 km/h.

Riguardo l’aereodinamica, la vettura presenta un’ala posteriore diversa, dal profilo ricurvo e con una zona centrale a forma di cucchiaio. Sulle ruote anteriori, inoltre, sono presenti adesso anche due flics per lato. Ottimizzati poi anche i flussi di raffreddamento e il disegno delle prese d’aria anteriori. Non passa inosservato il profilo dello splitter e lo spoiler realizzato in carbonio, così come il pannello di accesso al vano anteriore, l’ala posteriore e il diffusore.

Non è una vettura che fa gridare al miracolo tecnologico ovviamente, ma le Lotus hanno sempre il loro perchè per essere guidate.



Nessun commento :

Posta un commento