mercoledì 26 aprile 2017

AMG 300 SEL 6.8 : La Scrofa Rossa

Nel 1970 la Mercedes-Benz realizzò una versione da competizione della 300 SEL 6.8 per competere alla 24 Ore di Spa. Le qualifiche non andarono male, tanto che i piloti Jacky Ickx, Rauno Aaltonen e Kurt Ahrens si qualificarono rispettivamente secondo, quarto e sesto.
Durante le prove della gara, però, divenne evidente che la vettura, a causa della sua configurazione, consumava troppo rapidamente gli pneumatici e per questo motivo la casa tedesca decise di ritirarsi dalla gara senza prendere il via.

L'anno successivo l'AMG, che all'epoca stava muovendo i primi passi nelle competizioni internazionali, decise di fare il grande passo iscrivendo alla stessa corsa la medesima vettura, la quale era stata sviluppata però partendo da un modello stradale incidentato rielaborandolo in maniera estremamente radicale. 

Il propulsore erogava la potenza di 420 cv e una coppia di 620 Nm e, a causa del peso di 1635 kg e del colore rosso della sua carrozzeria,  venne soprannominata Rote Sau (Scrofa Rossa). 

Come piloti vennero ingaggiati i campioni di Go Kart Hans Heyer e Clemens Schickentanz, in quanto l'originale primo pilota Kelleners aveva abbandonato la squadra dopo i test svolti ad Hockenheim essendo rimasto spaventato dalla configurazione del mezzo. 

Nonostante i dubbi iniziali, la vettura risultò seconda assoluta durante la gara belga e poté così partecipare alle successive tre gare del campionato turismo, ottenendo inoltre il record di velocità di 285 kmh sull'Hunadieres. La carriera della 300 SEL 6.8 AMG terminò nel 1972, in quanto la FIA pose a 5 litri la cilindrata massima dei motori.

1 commento :

  1. Ciao,credo che la cilindrata corretta sia 6.9L.Kelleners fu escluso per un crash,e subentro'Hans Heyer.

    RispondiElimina