venerdì 28 aprile 2017

Aston Martin V8 LM : Affidabilità britannica

Nel 1977 Robin Hamilton, rivenditore Aston Martin nel Regno Unito, decise di riportare finalmente la casa britannica nella 24 di Le Mans dopo anni di assenza usufruendo di una V8 appositamente preparata.
Motorizzata da un Aston Martin V8 5.3 da 530 cv di potenza gestito da un cambio manuale ZF a cinque rapporti , era composta da un telaio monoscocca in acciaio avvolto da una carrozzeria aerodinamica fatta dello stesso materiale.

Le sospensioni erano state irrigidite ed erano stati montati nuovi pneumatici da competizione realizzati dalla Dunlop. 

Dopo un inconcludente gara d'esordio alla 6 ore di Silverstone, la V8 venne portata in gara alla 24 ore di Le Mans dallo stesso Hamilton assieme a David Preece e Mike Salmon, riuscendo a classificarsi 17° assoluta su 56 concorrenti e dimostrandosi non veloce ma estremamente affidabile. 

Nessun commento :

Posta un commento