domenica 28 maggio 2017

Abarth 031 : L'alba della 131


La Lancia Stratos rappresenta una delle migliori autovetture da rally mai costruite. Sin dal 1972 iniziò a mietere successi nei più importanti eventi a livello nazionale, ma già nel 1974 la Fiat, proprietaria della Lancia, cominciò a pensare di sostituirla.



In un primo momento si penso di mettere in linea la versione Abarth della nuova X1/9, ma nonostante le buone prestazioni sostenute la piccola coupè venne presto accantonata. Nel 1975 era stato infatti deciso di costruire una variante ad elevatissime prestazioni della Fiat 131 per dare un immagine più popolare alla casa torinese.

Il primo prototipo costruito dalla Abarth della futura dominatrice dei rally fu chiamato 031 ed era notevolmente diverso dal modello finale che sarebbe stato portato in gara nel 1976.

A parte le linee della carrozzeria, la 031 aveva poco a che vedere con la 131 di serie. Cuore del mezzo era un propulsore V6 3.2 con cubatura aumentata a 3.481 cm³ e alimentato da tre carburatori Weber che permettevano l'erogazione di 270 cv . Gestito da un cambio ZF a cinque rapporti, il motore lanciava la 031 fino alla velocità massima di 260 km/h.

Iscritta al Giro d'Italia del 1975, la vettura riuscì ad imporsi con i piloti Giorgio Pianta e Bruno Scabini, i quali misero in fila una concorrenza estremamente agguerrita. Ciò convinse in via definitiva i vertici Fiat a puntare sulla nuova 131 Abarth per le competizioni sportive.

Nessun commento :

Posta un commento