martedì 30 maggio 2017

BMW 635 CSi Group A : L'europeo della bavarese


Sin dal 1966 il campionato europeo riservato alle vetture turismo è stato uno dei palcoscenici dove la BMW ha potuto dare il meglio di se con le proprie vetture.

Dopo aver corso con le leggendarie 2002 e 3.0 CSL la squadra bavarese decise di provare di iscrivere all'inizio degli anni '80 una variante con specifiche Gruppo A della propria 635 CSi.

Identica nel design alla versione stradale, la Gruppo A era basata su di un telaio in acciaio che proteggeva un propulsore M30 gestito da un cambio manuale Getrag a cinque rapporti in grado di sviluppare la potenza di 295 cv  e garantendo una velocità massima di 260 km/h.

Tale prestazione era assicurata dal generale alleggerimento della vettura tramite lo smontaggio di ogni componente superflua alle competizioni. Oltre a ciò furono montate nuove sospensioni sportive irrigidite, nuovi cerchi in lega avvolti da pneumatici sportivi, nuovi freni a disco ad alto rendimento prodotti dalla AP Lockheed e un nuovo roll-bar di sicurezza al posto dei sedili posteriori.

Schierata tra il 1980 e il 1991 a più riprese, la 635 CSi Gruppo A si dimostrò una vettura estremamente performante conquistando il Campionato Europeo Turismo nel 1981 con i piloti Helmut Kelleners e Umberto Grano, nel 1983 con l'austriaco Dieter Quester e nel 1986 con Roberto Ravaglia.

Ma la lista dei trionfi della E24 non si ferma qui, in quanto riuscì a mettere in cassaforte anche un edizione del DTM, una del JTCC, un'edizione del Campionato europeo della montagna e i campionati nazionali riservati a vetture turismo del Belgio, dell'Australia e della Nuova Zelanda.

In definitiva si è trattato di una delle migliore da competizione costruite dalla casa bavarese che si dimostrò all'altezza della spietata concorrenza dell'epoca.

Nessun commento :

Posta un commento