venerdì 26 maggio 2017

Lightweight M2 CSR : Motorsport alla seconda


Nel 2015 la BMW lanciò sul mercato la M2, variante ad elevate prestazioni della Serie 2 creata due anni prima per colmare la lacuna che si era creata tra la piccola Serie 1 e la goliardica Serie 3.
Dall'alto dei suoi 370 cv di potenza vantava prestazioni di assoluto rilievo, ma qualcuno ha pensato che si potesse fare di meglio. Questo qualcuno è il preparatore teutonico Lightweight che non ha solo migliorato la M2, ma l'ha incattivita a tal punto da presentare prestazioni da supercar.

Denominata M2 CSR, è facilmente riconoscibile per la carrozzeria aggiornata non solo con nuove componenti in carbonio ma anche con pezzi derivati dalla sorella maggiore M4. Nello specifico sono stati trapiantati dalla cattiva della serie 4 le portiere, l'estrattore e i due spoiler anteriore e posteriore per darle un aria ancora più aggressiva.

Gli interni hanno subito lo stesso trattamento con l'applicazione di nuovi inserti in carbonio e di un roll-bar di sicurezza al posto dei sedili posteriori. Ciò ha permesso una drastica cura dimagrante fino a raggiungere il peso di appena 1400 kg.

La ciliegina sulla torta è però rappresentata dal propulsore 3.0 Twin Power Turbo che è stato potenziato fino ad erogare la potenza di 620 cv con coppia di 727 Nm, assicurando la straordinaria velocità massima di 328 km/h.

Questo nuovo picco prestazionale ha reso necessario il montaggio di nuove sospensioni sportive irrigidite, di nuovi cerchi in lega leggera e di un nuovo impianto frenante composto da cerchi carboceramici ad alto rendimento.

Più che un elaborazione questa nuova M2 CSR sembra essere stata fatta a posta per correre nei campionati FIA GT2 contro rivali di tutto rispetto.

Nessun commento :

Posta un commento