mercoledì 26 luglio 2017

Ferrari F40 Valeo : Il Cavallino Rampante dell'Avvocato


Sono da poco passati 30 anni esatti dal lancio sul mercato della Ferrari F40, un'auto che è arrivata ormai ad essere equiparata alla personificazione della pura essenza della supercar.
Essa rappresentò il guanto di sfida che Enzo Ferrari, poco prima di arrivare alla fine di quel percorso trionfale che è stata la sua vita, lanciò alla Porsche 959 e alla Lamborghini Countach.

Tra i 1337 esemplari costruiti di questa leggendaria vettura tra il 1987 e il 1992 ve ne fu uno diverso dagli altri realizzato appositamente per una persona molto speciale nel 1989. Si trattava dell'Avvocato Gianni Agnelli, il quale di autovetture in allestimento unico ne aveva una collezione non indifferente.

La F40 che venne consegnata al noto dirigente della Fiat non differiva minimamente dalle altre per quanto concerne l'estetica, ma aveva una sostanziale differenza per quanto riguarda la meccanica. Era stata infatti equipaggiata con una frizione elettronica realizzata dalla Valeo e inizialmente sperimentata su alcuni esemplari della piccola Mondial.

Questa particolare frizione permetteva innesti di marcia in meno di 100 millisecondi grazie ad un particolare dispositivo applicato alla leva del cambio con pomello in alluminio. Tale dispositivo non solo permetteva cambiate più immediate ma impediva l'avviamento con marcia innestata e regolamentava la scelta delle marce in maniera ottimale, evitando che venissero inserite marce troppo alte o troppo basse in luogo dei giri motore.

Gli interni avevano alcune differenze rispetto ai modelli di serie, in quanto i sedili erano realizzati in tessuto nero anzichè rosso e il pomello del cambio, invece dei numeri, presentava le iniziali dell'Avvocato impresse a lettere cubitali.

Un vero peccato che il Drake non abbia potuto vederla in azione a causa della sua dipartita nel 1988, magari avrebbe fatto il pensiero per un'eventuale produzione in piccola serie.


Nessun commento :

Posta un commento